home > Busseto e dintorni, itinerari, punti d'interesse > Torna ai Risultati > Duomo di Piacenza

Duomo di Piacenza

Ingrandisci l'immagine

Il Duomo venne costruito a partire dal 1122 sul luogo della precedente chiesa dedicata a Santa Giustina, scomparsa in seguito ad un terremoto. La facciata è spartita in tre sezioni verticali da due lesene e le due parti laterali sono percorse al centro da una piccola loggia di archi pensili. I tre portali d'ingresso sono preceduti da protiri sostenuti da sculture realizzate sui modelli di quelle di Wiligelmo e Nicolò. Sopra il portale centrale si trova un grande rosone e a ornare il culmine della facciata è posta una galleria di piccoli archi pensili che ne segue l'andamento a capanna. L'interno è composto da tre navate suddivise da massicci pilastri. All'incrocio tra la navata e il transetto si innesta il tiburio ottagonale della cupola, decorato con le raffigurazioni dei Profeti, opera del Morazzone e, in seguito, del Guercino. Lungo il transetto si trovano un fonte battesimale appartenuto alla precedente Chiesa e un affresco duecentesco con l'immagine di San Cristoforo. La zona del presbiterio venne affrescata ad opera di Camillo Procaccini e Ludovico Carracci all'inizio del Seicento. Nella cripta sono custodite le reliquie di Santa Giustina. L'adiacente campanile venne innalzato nel Trecento e culmina con la statua in bronzo raffigurante un angelo.

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF